sabato 7 gennaio 2012

Falsi miti riguardanti la Wicca

Pubblicato originariamente su www.wiccaexplained.350.com a cura di Tamsin Howe e Luthaneal Adams.
Traduzione di Shiray (Dario Moriconi), editing di Athar.

Ci sono un gran numero di miti sulla Wicca: alcuni di questi riguardano le sue origini, altri la religione stessa e le sue pratiche. Cercheremo qui di sfatare alcuni di questi miti ed equivoci.

La Wicca è un'antica religione risalente al periodo pre-Cristiano.
Si tratta di uno dei miti più comuni: la ragione di questo è da attribuirsi non solo al fondatore Gerald Gardner, ma anche all'antropologa Margaret Murray, sul lavoro della quale egli basò alcuni dei suoi lavori; hanno infine contribuito a fomentare tale credenza certi moderni autori non-Wiccan che perpetrano nei loro scritti tale mito.
La verità è che mentre la Wicca può benissimo trovare le sue radici nelle antiche pratiche pagane, essa in realtà non è un'antica religione. Ha radici nelle pratiche Celtiche e cerca di offrire legami con il passato restando contemporaneamente ben ancorata al mondo moderno. In ogni caso gran parte della Wicca è fermamente legata alle tradizioni filosofiche ed esoteriche occidentali, come la Golden Dawn, Thelema e l'O.T.O. (Ordo Templi Orientis). Alcuni aspetti della Wicca sono stati presi dalla Clavicula Salomonis (la Chiave di Salomone) e dalla Goetia (la Piccola Chiave di Salomone).
Quindi, essenzialmente, nonostante i collegamenti con le antiche pratiche pagane, la Wicca è a tutti gli effetti una religione nuova.

Gli Wiccan sono stati perseguitati e uccisi durante il periodo dei roghi e l'Inquisizione.
Questo mito è ben collegato con il precedente. Sfortunatamente questa è un'altra di quelle credenze perpetrate dagli autori non-Wiccan che sentono in qualche modo il bisogno di convalidare questa religione collegandola a due eventi storici molti sfortunati. La verità è che sì, ci sono state molte persone uccise durante il così detto "periodo dei roghi", anche se, in ogni caso, i nove milioni che sono stati spesso citati non sono una cifra accurata: la cifra corretta si aggira tra i 50.000 e i 100.000, che sono indubbiamente comunque un numero terrificante. Bisogna però rendersi conto che tra queste persone è molto improbabile che ci fossero davvero streghe praticanti, e sicuramente nessuna sarebbe potuta essere Wiccan, poiché, come abbiamo visto, la Wicca semplicemente non esisteva ancora in quel periodo.
Solitamente sentiamo parlare dell'Inquisizione che viene citata come attacco della Chiesa Cattolica contro le streghe e i pagani. Sentiamo dire inoltre che la Chiesa ha distorto la storia per nascondere questo fatto: le cose non stanno semplicemente così.
L'Inquisizione fu davvero il tentativo della Chiesa di stroncare la nascita di quelle che venivano considerate eresie, e fu fondamentalmente un evento verificatosi in un periodo di sconvolgimenti e incertezze religiose.

Non devi necessariamente praticare la stregoneria per essere Wiccan.
Questo è un mito piuttosto difficile da argomentare, e si basa sulla definizione che viene data al termine stregoneria. La Wicca è una religione moderna e di conseguenza è ragionevole applicare l'uso moderno della parola stregoneria in relazione ad essa. In questo contesto è impossibile dire che non sia necessario praticare la stregoneria per essere Wiccan. Chiunque pratichi la Wicca nel suo senso più completo, ad un certo punto, traccerà un cerchio, chiamerà gli elementi e praticherà invocazioni: e ciò significa praticare la stregoneria, anche se solo in forma base. Quindi, tutti gli Wiccan praticano una forma base di stregoneria… approfondire tale pratica rimane scelta e discrezione di coloro che scelgono di praticare.

La Wicca è qualsiasi cosa tu voi che essa sia.
Molto semplicemente: no. Si dice molto spesso che la Wicca non abbia alcuna struttura o organizzazione, ma non è così. Anche se di sicuro non è caratterizzata da una grande struttura mondiale, come quella che ad esempio si trova nelle grandi religioni monoteiste, essa ha sicuramente una struttura definita con le proprie credenze, pratiche e linee guida e se una persona non le segue allora non sta semplicemente praticando Wicca. Si può dire, piuttosto, che "Wicca" sfortunatamente è diventato un termine generico che tende a raccogliere tutti i neo-pagani in generale o le religioni della Dea, sminuendo però allo stesso tempo tutto quello che realmente caratterizza la Wicca in quanto tale.

La Wicca può essere una pratica eclettica
Questo è uno dei più bizzarri miti sulla Wicca. Consideriamo i fatti: la Wicca è un culto iniziatico misterico, il che significa che per praticare questa religione in senso completo (basata sull'esperienza e la pratica in congrega), bisogna essere un membro iniziato di una congrega. Ora, considerato che un non iniziato avrà accesso solo agli insegnamenti pubblici sulla Wicca e che non sarà in grado di praticare la religione in ogni suo dettaglio, questo non starà praticando realmente la Wicca. Prendiamo atto del fatto che una persona possegga solo queste informazioni pubbliche, rimuova da tali informazioni ciò che non gli piace e combini il rimanente con altre tradizioni e con le sue personali credenze. Questo somiglia ancora alla Wicca? È improbabile, e così il concetto di eclettismo nel contesto della Wicca, o in qualsiasi altra religione, è qualcosa di ridicolo. Ciò non significa che l'eclettismo in sé non sia possibile. È perfettamente possibile costruirsi una propria tradizione religiosa a partire da qualsiasi insegnamento che funzioni per noi, ma pretendere che sia Wicca, o qualsiasi altra specifica tradizione è sbagliato.

La Rede Wiccan è una legge
La risposta a questo comune mito è in realtà nel significato stesso del termine Rede, una parola Anglosassone che significa consiglio. Se si dovesse seguire davvero la Rede come una legge allora sarebbe virtualmente impossibile vivere una vita normale a causa della paura di arrecare danno a qualcuno o a qualcosa. E' ormai purtroppo prassi comune fra molti di coloro che seguono vie neo-pagane di ispirazione wiccan considerare il Rede (peraltro spesso abbreviato al solo "Non far del male") come una legge monolitica: una legge che però è semplicemente impossibile seguire alla lettera. È perciò un approccio più assennato guardare alla Rede come una linea guida e un'ideale per il quale impegnarsi piuttosto che una legge dura e veloce. Si può pensare ad essa come ai paraurti ai lati della pista da bowling. La palla può deviare dal suo corso ma i paraurti la aiutano a tornare in pista. È così che lavora la Rede: come un paraurti che ci trattiene dal deviare troppo dalla nostra tradizione.
Per considerare la Rede come una legge, ogni singola persona dovrebbe applicare lo stesso insieme di ideali e credenze a se stessi. La Rede non è una sequenza di leggi, che ordinano "Non Farlo" ma piuttosto un modo di pensare più positivo, dando libertà alla moralità personale invece di imporre un insieme di rigide regole.

Se la Wicca è una religione iniziatica allora chi ha iniziato il primo Wiccan?
In tutta onestà, questo è uno degli argomenti più ridicoli che abbiamo mai sentito contro il carattere iniziatico della Wicca, e lo sentiamo spesso. Porre questa domanda è simile a chiedere chi iniziò il primo Massone o chi ordinò il primo vescovo. La risposta diretta a questa domanda è che Gerald Gardner, il fondatore della religione Wicca iniziò il primo Wiccan. Il suo concetto di religione era quello di una religione misterica iniziatica e così, la sua iniziazione del primo Wiccan diede inizio alla tradizione di iniziazione e alla continuazione e all'espansione a partire da lui.

Aleister Crowley scrisse il Libro delle Ombre di Gardner e creò la Wicca
Mentre è vero che Gardner fu certamente influenzato dal lavoro di Crowley e che nel suo primo Libro delle Ombre adottò alcuni dei lavori di Crowley, non ci sono prove che dimostrino che qualcosa, nella tradizione wiccan sia stato direttamente creato da Crowley.
Crowley e Gardner si incontrarono e riportarono di aver goduto entrambi della reciproca compagnia, ma i loro incontri furono pochi e il loro coinvolgimento occulto sembra fosse incentrato sul desiderio di Gardner di diventare capo loggia dell'O.T.O di Crowley. Ci fu persino un momento in cui si pensò che Gardner potesse essere il successore di Crowley, almeno in Gran Bretagna, ma alla fine Gardner scelse di non proseguire il suo coinvolgimento con l'O.T.O cominciando a dedicarsi e concentrarsi princpipalmente sulla Wicca.
Niente nei diari privati di Crowley ha mai suggerito che avesse alcuna connessione con la Wicca o che avesse discusso di tale cosa con Gardner: i due uomini si frequentarono soltanto brevemente prima della sua morte.

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...