giovedì 23 febbraio 2012

Giove - Pianeta





PAROLE CHIAVE: Espansione intellettuale e fisica
Giove era il protettore dell'antica Roma: benediva i guerrieri prima che andassero in battaglia e li accoglieva al ritorno; aveva il potere tanto di punirli quanto di ricompensarli; è l'equivalente del greco Zeus, il padre degli dei che dall'alto dell'Olimpo lanciava saette in preda all'ira. Signore del Sagittario (è associato anche ai Pesci), questo pianeta governa l'apprendimento, la filosofia e le lingue; la sua influenza può stimolare ottimismo, lealtà e giustizia, ma può rendere illusi, stravaganti, vanitosi e portare a un'eccessiva indulgenza con se stessi.


ALTRE INFORMAZIONI
Giove è stato scoperto da Galileo nel 1610. E' il quinto pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole ed è il più grande; il suo peso è trecento volte maggiore rispetto a quello della Terra. L'unico pianeta che lo supera in quanto a luminosità è Venere. Grazie alle sue dimensioni e alla sua luminosità Giove è conosciuto sin dagli Antichi che lo denominarono per gli stessi motivi, appunto, "Giove", il dio principale e più importante dell'Olimpo. Nel corso dei secoli Giove è stato oggetto di ricerca di molti studiosi. Primo fra tutti Galileo Galilei che, come anticipato sopra, ne è lo scopritore e sono da includere nelle sue ricerche anche i suoi quattro satelliti principali, Io, Europa, Ganimede e Callisto, chiamati "satelliti galileiani" in suo onore. Nel 1630 l'astronomo Niccolò Zucchi scopre maggiori dettagli sul disco di Giove, come le bande principali che lo attraversano. Grazie all'intervento di Robert Hooke e Gian Domenico Cassini si è venuti a conoscenza delle macchie, particolari strutture di cui è composto l'intero pianeta. L'astronomo italiano individuò nel 1665 la Grande Macchia Rossa di Giove, una tempesta anticiclonica, posta nella zona inferiore del pianeta. Inoltre cercò di valutare il periodo di rotazione di Giove equivalente a 9 ore e 56 minuti, ma successivamente lo calcolò anche nella fascia equatoriale e risultò di 9 ore e 51 minuti; da questa discordanza fra i periodi di rotazione posti a latitudini differenti Cassini dedusse che la superficie del pianeta non fosse solida. Infatti Giove fa parte della branchia del pianeti gassosi.

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...