giovedì 28 giugno 2012

Non chiamatela "passeggiata"

Il Lungolago della città dove abito è un luogo molto speciale, prima di tutto per via del fatto che è uno dei pochi luoghi "verdi" della città - che poi si fa per dire, perché giusto costeggia la strada, la ferrovia e la maggior parte delle industrie x'D - ma soprattutto perché è un piccolo angolo dove si può veramente sentire la Grande Madre, e trovare le piccole bricioline di pane che lascia, invitandoci a seguirla.
In particolare, qualche giorno mi sentivo particolarmente in forze, e ho fatto un giro più lungo del solito, e ho avuto l'occasione di scovare piccoli angoli di Gioia, quella serenità luminosa che solo il Divino sa sussurrarci all'orecchio.
Tanto per cominciare, ecco un gruppetto di papere nostrane che si ristora all'ombra di una piccola oasi creatasi in prossimità della riva grazie alle fronde di due alberi che si sono congiunte.

Qui un bellissimo volatile - di cui purtroppo nella mia ignoranza ancora non conosco il nome - che si sposta sulle grandi foglie di loto.

E qui di seguito due particolari di fiori di loto, un classico del lungolago mantovano.
La leggenda sui fiori di Loto racconta di un giovane che, viaggiando per l'oriente, conobbe una ragazza dagli occhi a mandorla e con la pelle profumata come i petali del fior di loto. Venuta a Mantova, la povera ragazza, nello specchiarsi nel lago, vi cadde, perdendo la vita. Il ragazzo allora gettò dei semi del fiore nel lago in modo che, fiorendo ogni estate, potessero ricordare con il loro profumo e la loro delicata bellezza la sua sposa e sconfitto dal dolore si tolse la vita sparendo anch'egli nelle acque del lago.

Come ultima delle foto fatte da me, un riflesso sull'acqua.

Per finire, ecco ciò che ho raccolto: un bel po' di piume di papera


E diversi legni

 Non ho ancora deciso cosa farò di questi oggetti; quello che è sicuro è che occupano un posto speciale per la grande energia che trasmettono ^_^

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...