mercoledì 1 agosto 2012

La Wicca Celtica

La Wicca Celtica è una tradizione della Wicca che fa uso di un linguaggio tipicamente celtico per esprimere la teologia wiccana. La Wicca così come fondata daGerald Gardner nel 1954 — che si conserva oggi nel Gardnerianesimo e in generale nella Wicca Britannica Tradizionale — presentava caratteristiche chiaramente ispirate alla tradizione celtica. I wiccani celtici accrescono l'importanza di tali caratteristiche e venerano le divinità celtiche. In particolare associano la Dea archetipale della Wicca mainstreama Morrígan (la Dea Triplice degli Irlandesi), il Dio archetipale a Lug o Cernunno, e il Primum Movens che i wiccani generici chiamano Dryghten al Dagda irlandese. La tradizione wiccana celtica è un sistema wiccano (come specifica il nome stesso), non è il ricostruzionismo della religione celtica storica. Quindi non va confuso con il Celtismo, il movimento neopagano che intende rappresentare la ricostruzione accurata del paganesimo celtico così come era nell'antichità. È da notare come tra la Wicca Celtica e il Celtismo intercorrano profonde differenze ideologiche e dottrinali.



La dottrina della Wicca Celtica non è diversa da quella della Wicca mainline. Ciò che caratterizza i wiccani celtici è il loro uso delle divinità celtiche per esprimere la teologia wiccana. I wiccani celtici pensano all'universo in modo panteistico: lo fanno coincidere con il Dagda, il principio di tutte le cose, energia di cui la materia consta. Il Dagda è un concetto di origine irlandese, ed equivale al Primum Movens, quello che i wiccani generici chiamano Dryghten. Il Dagda corrisponde alla natura, ed è percepito dai sensi umani in una dualità, il Dio e la Dea, che i wiccani celtici concettualizzano attraverso le figure diMórrígan (la Dea Triplice irlandese) e Lug (o Cernunno). Il Dio è la fase attiva e ingravidante del Dagda, mentre la Dea è la sua funzione passiva e gestante. Dal concatenarsi di questi due principi, che sono complementari, scaturisce l'esistenza (in natura nulla esisterebbe se non sussistesse differenza tra giorno e notte, luce e buio, amore e odio, piacere e dolore, e se questi non si intrecciassero e alternassero). Ogni divinità della tradizione celtica è considerata espressione di Mórrígan e Lug (o Cernunno), secondo l'idea teologica wiccana tutti gli dèi sono un Dio e tutte le dee sono una Dea. La soteriologia wiccana celtica si basa sulla reincarnazione, spesso accompagnata dal concetto illuminazionistico della Terra dell'Estate. Questa simboleggia lo svincolo dal ciclo delle reincarnazioni e la totalizzazione nel Dagda, e si realizza se l'uomo, nelle sue vite sensibili, matura e vive in armonia con il Dagda stesso (la natura). Il che significa anche seguire i codici etici del Rede e della Legge del Tre.

Riferimenti
Elzbeth Oktober. Moonshadows: Chants for Celtic Wicca. Elzbeth MacIain, 2006.
Knight. Celtic Traditions: Druids, Faeries, and Wiccan Rituals. Citadel, 2000. ISBN 080652135X
Jane Raeburn. Celtic Wicca: Ancient Wisdom for the 21st Century. Citadel, 2001. ISBN 0806522291
Ly De Angeles. When I See The Wild God: Encountering Urban Celtic Witchcraft. Llewellyn Publications, 2004. ISBN 0738705764
Joanna Hautin-Mayer. When is a Celt Not a Celt?. The Library.
fonte Esopedia

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...