martedì 18 settembre 2012

Modern Witch League © 5#: Alfabeto di strega: B come Biofeedback

E’ ampiamente risaputo: molte funzioni del nostro corpo possono essere rilevate da appositi apparecchi. Oggi, con certi di questi appositamente costruiti, è possibile far apparire i segnali dati da tali rilevamenti su un quadro di controllo per farli vedere e\o ascoltare dai pazienti. L’interessante scoperta è stata che, in questo modo, i soggetti possono imparare a ‘sentirsi’, regolarizzare alcune proprie funzioni, sintonizzando la mente con il corpo. Tanto per fare un esempio concreto, vi sono apparecchi progettati per controllare la tensione muscolare. Il paziente si mette comodamente seduto, gli vengono applicati piccoli elettrodi per misurare l’attività dei muscoli – la concentrazione dei muscoli dovuti alla tensione genera una attività elettrica registrabile – di modo che possa vedere così raffigurati sull’apparecchio, attraverso le oscillazioni di una lancetta, i cambiamenti nella sua tensione muscolare, e di conseguenza imparare a rilassarsi.
Come dimostrano varie e accreditatissime ricerche, il biofeedback, letteralmente “retro azione biologica”, aiuta i soggetti a sentire i cambiamenti del proprio corpo e (per quanto possibile) imparare rapidamente a controllarli, per poi continuare da soli, anche senza ricorrere alle apparecchiature. Al giorno d’oggi questa tecnica è ampiamente usata e, tra le altre cose, permette di lavorare sul battito cardiaco, sulla pressione, sulla rieducazione di infortunati e paralizzati, ma anche disturbi minori come l’incontinenza.
In futuro, i ricercatori contano di poter lavorare su un biofeedback biochimico, ossia insegnare ai pazienti a controllare le funzioni degli apparati, fegato, reni, milza, con la semplice attività mentale.


Naturalmente, tutti questi concetti esulano da quello che normalmente intendiamo per ‘esoterismo’.
Eppure, le teorie e le applicazioni del biofeedback non ricordano incredibilmente le pratiche di rilassamento yoga o le linee guida delle meditazione? Potremmo concludere che si tratta di una semplice conversione scientifica di un’Arte conosciuta da secoli, esattamente come altre forme di presunta magia, che poi si scopre avere ben poco di soprannaturale. Invece di scartare a priori applicazioni di qualsivoglia genere che potrebbero sembrare nascondersi dietro la maschera del paranormale, riflettiamo e facciamoci qualche domanda. E, al tempo stesso, ricordiamoci che quello che nulla di ciò che non comprendiamo è sovrannaturale, semplicemente fa parte di leggi che, talvolta, ancora non siamo in grado di comprendere.

Questo è tutto per quanto riguarda questo secondo post dedicato all'attività Alfabeto di Strega © (clicca per info), spero possiate trovarlo interessante ^_^
Alla prossima! )O(

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...