venerdì 30 novembre 2012

Modern Witch League © 5#: Alfabeto di strega: P come Pipa Sacra

Immagine presa in prestito da Ethnomusimaniac per illustrare l'articolo - © éréales Kille ®

Forse avrete sentito parlare della Pipa della Pace. Ogni volta che gli uomini bianchi e gli Indiani si incontravano per discutere dei trattati o delle relazioni pacifiche, gli Indiani avevano l’usanza di fumare la Pipa prima di iniziare a parlare, affinché i negoziati fossero assistiti dal Grande Spirito. L’uomo bianco ha associato la pipa ai discorsi di pace e per questo l’ha chiamata “pipa della pace”. I Nativi americani, invece, l’hanno sempre chiamata “Pipa Sacra” e la considerano uno strumento per comunicare con il Creatore 
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996



La Pipa Sacra, contrariamente a quanto siamo portati a credere, non è uno strumento di condivisione, utilizzato per siglare rapporti o conciliare i convivi, bensì è uno strumento tramite il quale si comunica con il Divino e lo si rende partecipe dei propri pensieri.
Le leggende sull’origine di questo strumento possono variare anche molto da una Tribù nativa all’altra, comunque generalmente la credenza più diffusa narra che il Sole e la Luna, marito e moglie, avessero una figlia, la Stella del Mattino, chiamata “La Più Bella”, a cui affidarono il compito di portare la Sacra Pipa agli uomini. Ella, trasformata in un bisonte bianco scese dal cielo e successivamente si tramutò in una bellissima ragazza vestita con un abito di pelle bianco e un recante un fagotto tra le mani. Ad un tratto due uomini la videro, e uno dei due ebbe pensieri lussuriosi su di lei. Ella lo chiamò vicino a sé, invocando uno spirito del vento. Si creò un mulinello bluastro, che lo investì e gli strappò le carni di dosso, lasciando solo uno scheletro, sul quale si avventarono i serpenti per cibarsi dei brandelli rimasti. All’altro, avendo egli mostrato rispetto per la ragazza, Ella chiese di erigere una capanna grande a sufficienza per raggrupparvi tutta la tribù per presentare la Pipa al popolo, insegnare ad usarla e a prendersene cura.
Ogni Nativo può possedere anche più Pipe a seconda dell’uso a cui sono destinate.
Possiedo cinque Pipe. Ho una Pipa di medicina, che uso quando curo le persone; una Pipa da altare, che mi serve quando conduco le cerimonie nella Capanna Sudatoria; una Pipa da lunga distanza, che adopero per curare da lontano; una Pipa da lavoro, per le preghiere, e una Pipa personale.
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996

A seconda della tradizione, il materiale di composizione poteva differire. Il cannello poteva essere costituito di legno di frassino bianco, mentre il fornello di pietra. I Lakota per esempio usavano per il fornello la catlinite, uno scisto quarzifero colorato di rosso per l'alto contenuto di ferro e facilmente lavorabile. Altre tribù usavano rocce bluastre, nere o verdi. I Cherokee e i Chickasaw costruivano fornelli con una sorta di terracotta. Gli Ute del Colorado usavano alabastro color salmone.
Simbolicamente, il fornello della Pipa rappresenta l’Universo, mentre il cannello l’Umanità, quindi la connessione tra tutti gli esseri viventi. Il tabacco che si inserisce nel fornello rappresenta il Divino, presente e immanente in ogni vita dell’Universo.
Nonostante si tratti di uno strumento molto sacro, non è indispensabile per la preghiera.
La Pipa non aggiunge né toglie nulla al potere della preghiera. Il potere viene dall’alto e la Pipa, così come i grani del rosario, le candele, gli incensi o qualsiasi altra cosa che la gente possa usare per pregare, non significano nulla se il cuore non è aperto.
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996

La Pipa viene più che altro usata per il suo potere simbolico: il fumo della stessa che sale al cielo rappresenta la preghiera che sale verso il Divino.
Essa, ovviamente, va maneggiata con molta attenzione, per il suo alto valore sacro e simbolico.
Spesso si recrimina ai Nativi il fatto che fumare sia cancerogeno, ma quello che spesso non si sa è che l’uso sacro della Pipa non comporta inalare il fumo.
Fumare la Pipa richiama le sani attitudini dentro un corpo sano. Quando fumiamo non inaliamo. Non stiamo fumando per piacere, stiamo mandando le nostre preghiere lassù, verso l’Alto, assieme al fumo. […] Non fumiamo per impressionare gli altri, fumiamo perché abbiamo qualcosa nel nostro cuore e nella nostra mente che vogliamo che il Divino conosca.
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996

In ogni tribù, ogni membro aveva il proprio compito, e così come vi erano coloro che potevano avvertire le migrazioni dei bisonti, i cambiamenti del tempo, vi erano anche i portatori della Pipa.
Se siamo i portatori della Pipa, se siamo stati scelti per intraprendere questo sentiero spirituale, rappresentiamo ciò che è sacro. Questo compito non ci è affidato per una settimana o per un mese, ma per tutta la vita.
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996

Oltre che a scopo rituale, la Pipa è usata anche in solitaria per portare pace spirituale – a condizione che sia usata sempre in senso positivo.
Se qualcuno agisce in questo modo [malvagio] nei nostri confronti, […] ci rivolgiamo alla Pipa, non per ottenere vendetta, ma per affidare la questione alla Saggezza Più Grande. Diciamo: “Questa è la mia situazione, solo Tu puoi capirla. Ti offro questo fumo e pongo questo problema nelle Tue mani, ringraziandoTi di essere qui per me. […]
Cuore D’Orso (Bear Heart) – Indiano Creek – 1996

La parola con cui la Pipa è comunemente definita nel vecchio continente, “calumet”, deriva dal francese, il quale a sua volta viene dal latino “calămus”, che significa “canna”.

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...