martedì 29 gennaio 2013

Modern Witch League © 6#: Pagan Path Project © - "Il tuo Legame"


*Il tuo Legame
– Un dio, un totem, uno spirito, un elemento, un elementale, un gruppo di persone (congrega), una tradizione, una pietra, una pianta, ecc.. qualsiasi cosa a cui vi sentiate particolarmente legati, fosse anche solo uno strumento della vostra pratica.
Ho pensato e ripensato di quale legame della mia vita parlare per questa occasione, un argomento che conciliasse la giusta dose di condivisione e riservatezza. Alla fine ho optato per  parlare del meraviglioso rapporto che ho con quelle che chiamo “le mie belve”, i miei due gatti Titania e Oberon – femmina e maschio, come si può dedurre dai nomi. Si tratta di qualcosa di estremamente speciale, per me, poiché in vita mia questi sono praticamente in primi animali domestici che curo (ho avuto anche una tartarughina quando non avevo ancora dieci anni, di cui però si prendeva cura solo mia madre, io mi limitavo a tormentarla, trasportarla per la casa e talvolta imboccarla di lattuga). La maturità che mi concede la mia età e la consapevolezza donatami dall’essere Strega, mi hanno permesso non solo di apprezzare le innumerevoli qualità delle mie belve, ma anche instaurare un rapporto che va oltre quello che è prettamente fisico. Mi è stato chiesto più di una volta se si tratti di famigli, ma la risposta è un po’ complicata. Innanzitutto dipende dall’idea che ciascuna ha del famiglio. In seguito a quello che racconterò, chi avrà una concezione esoterica tradizionale dell’animale famigliare, sicuramente dirà che è questo che sono. Per me non è così, in un certo senso è qualcosa che va oltre il semplice famigliare. Io mi rifaccio principalmente ai concetti dell’Animismo, e non concepisco l’animale come creature che fa da maggiordomo alla strega – tutt’al più il contrario. In ogni caso, con l’andare del tempo in cui ho approfondito la loro conoscenza, ho scoperto molte cose interessanti e lavorato con loro più volte. Entrambi a modo loro sono molto speciali, e un carattere tutto loro. Oberon, il maschio, è molto estroverso e curioso. Si avvicina – con cautela – agli estranei e agli oggetti nuovi, ispeziona, curiosa, annusa. Soprattutto, ho notato in lui la forte predisposizione a percepire i sentimenti negativi altrui, come tristezza, nostalgia, depressione, e, potremmo quasi dire “consapevolezza” nel accoccolarsi addosso a chi è giù di morale e farsi fare le coccole, quasi come sapesse che ciò è di molto aiuto allo spirito. Naturalmente raccontata così può sembrare una sciocchezza, siate liberi di credere quello che volete, perché parlandovi di Titania vi lascerò ancora più di stucco. Lei è molto più timida, gli estranei pensano sempre che abbia un gatto solo. La infastidisce estremamente essere toccata o presa in braccio a meno che non sia lei a chiederlo, rispetto a Oberon è molto più fisicamente delicata, la infastidiscono i rumori forti improvvisi, quando riposa vuole assoluta pace, e credo che sia estremamente consapevole della differenza tra lei e noi umani. Se la consapevolezza speciale del maschio è quella di riconoscere i dolori emotivi, quella di Titania propende invece per quelli fisici, specialmente nei miei confronti, tanto per fare degli esempi: si accoccola sul ventre quando ho mal di pancia, spesso sulle caviglie (che mi hanno dato problemi più di una volta), quando sono vicina al ciclo mestruale sempre sul seno. Di primo acchito possono sembrare coincidenze, è la stessa cosa che mi imponevo di pensare per non montarmi la testa. Poi è accaduto qualcosa che mi ha definitivamente convinto. Dovete sapere che, nella sua delicatezza, Titania, contrariamente a molti gatti – compreso Oberon stesso – non ama per niente stare dentro o sotto alle cose, specialmente se ci sono umani in giro. Ci sono diversi scatoloni sparsi per casa per il divertimento delle mie belve, e qualche volta anche Titania vi entra, ma non appena qualcuno passa solo anche a qualche metro, esce fuori e corre via. Lo stesso vale per lo stare sotto coperte e simili, infatti d’inverno quando siamo seduti sul divano con la copertina sulle gambe, Oberon non ci pensa due volte a ficcarcisi sotto, mentre Titania gira al largo. Il mese scorso ho avuto un arrossamento sul retro della gamba. Ero seduta con il fianco sul divano e la mia bella  copertina quando Titania ci si è infilata e si è accucciata contro la mia gamba proprio nel punto dell’irritazione, senza che la invitassi in alcun modo. E dopo questo evento qualsiasi dubbio che avessi in merito è scomparso.
Questo è quello che ho voluto condividere per questo argomento, mi auguro possa essere interessante e suscitare riflessioni sugli animali domestici di ciascuno ^_^



Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...