giovedì 23 maggio 2013

"Inferno" di Dan Brown, Recensione - Witchy Books Challenge ©

Ecco dunque l'ultima fatica di Dan Brown, letta egregiamente in tre giorni: "Inferno", edito per Mondadori, la versione cartacea si trova a 20€, l'ebook anche a metà prezzo.
Una nuova indagine per il professor Robert Langdon, che questa volta si sveglia in ospedale senza ricordare nulla di come c'è arrivato. Non ha nemmeno il tempo di riprendersi che qualcuno cerca di sparargli addosso, e comincia una rocambolesca corsa per il mondo (della durata di poco più di un giorno) alla ricerca della verità.

Se devo essere assolutamente sincera - proprio brutalmente sincera - non so voi, ma io  in "Inferno" non ho affatto trovato il Dan Brown che avevo lasciato con "Il Simbolo Perduto". Lasciando momentaneamente da parte le critiche oggettive agli errori su fatti storici e opere citate (tanto per citarne una per quanto riguarda "Inferno", la presunta autentica maschera di Dante conservata a Palazzo Vecchio, che in realtà è risaputamente un falso del 1900 - come tutte le maschere mortuarie attribuite a Dante), mi riferisco esclusivamente allo stile di scrittura dell'autore. A parte il cliché ormai insostenibile del protagonista che immancabilmente deve farsi la gnocca di turno (scusate i termini, ma veramente non se ne può più: se ne limona una diversa per ogni libro!), e parte il finale che lascia a bocca asciutta, a metà libro già si intuisce l'interezza della trama e i colpi di scena che verranno. Le mie parole potrebbero essere fraintese, ma nonostante tutte le aspre critiche che ha sempre ricevuto Dan Brown, il suo stile di scrittura mi è sempre piaciuto, ma in quest'ultimo romanzo proprio non l'ho trovato. Dove sono i fitti misteri, le trame intellegibili, i puzzle sfondacervello? Gli altri libri non riuscivo a mollarli finché non ero arrivata all'ultima pagina, questo ne ho letto metà il giorno che l'ho comprato e sono passati due giorni prima che lo riprendessi per finirlo. Peccato, perché la trama è interessante e molto meglio costruita rispetto ai precedenti, se fosse stato speso qualche tempo in più per lavorare ai dettagli sarebbe venuto fuori un capolavoro!

Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...