mercoledì 19 febbraio 2014

Consigli di letture per conoscere le erbe



Penso che per una Strega lavorare con le erbe, o, ancora prima, desiderare di lavorarci, sia qualcosa di naturale, immediato. Fino a qualche anno fa era anche semplice, poiché la conoscenza delle erbe locali era quasi d’obbligo, non solo per chi si curava del proprio orto per il proprio sostentamento, ma anche per chi andava camminando per la campagna appositamente cercando quelle emanazioni di Madre Natura che ci aiutano. E se prima avevo qualche dubbio, recentemente ho potuto constatare il pensiero di molte altre praticanti, ossia che viene per tutte noi il giorno in cui si comincia a maneggiare le erbe. Ciò non significa diventare di colpo tutte esperte herbarie; l’uso delle erbe spesso e volentieri si limiti alla culinaria, e per noi Streghette alla sfera magica. Tuttavia, erbe semplici da coltivare come il rosmarino o la salvia, o altre semplicissime da riconoscere che si trovano dappertutto come il dente di leone o la gramigna, nascondono tali tesori per la nostra salute che in confronto un baule d’oro è niente. Per questo sono dell’idea che imparare quantomeno a conoscere quelle più vicine a noi, quelle tipiche delle nostre località, quelle più italiche, contribuisca a mantenere vivo quel patrimonio culturale che altrimenti finirebbe con lo spegnersi, come già oggi sta avvenendo in larga misura. Ormai non si contano più quelle persone che, per un motivo o per l’altro, preferiscono correre in farmacia per ogni minima ragione, a fare incetta di prodotti per curare gli stati di raffreddamento (che poi sono dei semplici beveroni caldi), ignorando quando possa essere altrettanto o più efficace una bella spremuta d’arancia o un genuino the al limone. E’ chiaro che questo non significa boicottare la medicina moderna o sostituire in toto i farmaci con intrugli di spezie, ma usare meglio il cervello che migliaia di anni di evoluzione hanno contribuito a formare – nell’uso delle medicine, come nei cosmetici e come anche con le erbe, tra le quali ve ne sono di innumerevoli le quali usate scorrettamente portano tanti disturbi quanti ne possono portare le medicine (usate scorrettamente).
Per questo, voglio consigliarvi una serie di libri sulla loro conoscenza, che sono anche in mio possesso (clicca su ciascuno per la scheda):



Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...