sabato 18 aprile 2015

There And Back Again

Popolo di Omphalos, bentrovati.
Ringrazio coloro che hanno continuato a seguirci, spulciato i vecchi articoli, mandato i loro saluti sempre graditissimi, condiviso contenuti: vi sono grata del vostro interesse per il mio lavoro.
Sono stata assente negli ultimi mesi, me ne rendo conto. Nella vita di ognuno di noi ci sono momenti di riflessione, che non sempre avvengono in solitudine, nel cavernoso spazio che condividiamo con noi stessi.
Quello che ho affrontato, in questo periodo, sarei propensa a definirlo “un bagno di realtà” -  se questo termine è già noto, chiedo licenza creativa. C’erano cose che avevo bisogno di fare, lezioni che era tempo imparassi una volta per tutte, pronta o meno che fossi. Per fortuna posso dire di essere riuscita ad affrontarle, nonostante tutto, ma l’ho fatto prendendomi i miei tempi. Ho dovuto fare delle scelte, sacrificare, anche se a malincuore, qualcosa, per poter dare spazio a qualcos’altro che in questo presente è altrettanto importante. Ho avuto schiaffi e carezze, ci sono state cadute e mani tese per aiutarmi, pugnali nella schiena e compagnie da sbellicarsi, e in ogni occasione ho fatto tutto quello che potevo, e di questo sono molto fiera.
Però, come al solito, per quanto si possa essere impegnati, quando si lascia indietro qualcosa a cui si tiene molto, finisce con l’arrivare il momento in cui se ne sente la mancanza.
Sono sincera quando dico che questo blog mi ha dato da pensare. Ho un sacco di progetti e idee in mente, più o meno definite, che sarebbe impossibile seguire come vorrei anche se potessi sdoppiarmi. Ho riflettuto su cosa fare di questo spazio, degli altri che gestisco, delle collaborazioni che ho in ballo, e più volte sono stata dell’idea di chiudere tutto e girare i tacchi.
Non è passato molto prima che mi rendessi conto di quanto fosse assurda quest’idea. Prima di tutto, sono una Strega fin nel midollo, dalle doppie punte dei capelli ai mignoli degli alluci, e questo non me lo può togliere nessuno. Non ho smesso nemmeno per un secondo di interpretare ogni segno, di percepire prima che accadesse, di consultare gli oracoli, di alzare gli occhi al cielo per scrutare tutti i colori dell’alba, per trovare la luna, per cercare immagini nelle nuvole. L’Arte fa parte di me, e il lavoro che sto facendo sia sul piano personale che attraverso il blog mi riempie di soddisfazione, seppure io non sia paragonabile ad altre importanti figure della scena neopagana. Ma non è questo il punto, per me. Amo ciò che sono, che faccio, che vivo, e lo voglio condividere, perché vorrei che tutti potessero trovare il proprio equilibrio, un’oasi di pace interiore inviolabile.
Per questo, con tanta gioia, torno finalmente al mio adorato angolino. Sono sempre mille le cose che vorrei fare, e probabilmente non ne realizzerò nemmeno la metà. Però sono qui. Ci saranno le volte che “sono stanchissima”, “non ho proprio tempo”, “oh per gli dei sono già in ritardo”, ma non sono disposta a lasciarmi risucchiare, non lo sono mai stata. Ci si può perdere nell’infinito, ma non per più di cinque minuti alla volta.

Con questa piccola premessa, eccomi di ritorno.
Spero siate pronti, perché sono pronta ad accompagnarvi ancora nei regni dell’ignoto.
Sveleremo incanti e segreti, scopriremo superstizioni e credenze.
Buon viaggio.



Nessun commento:

Posta un commento

Desclamier!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...