Quando evitare le pratiche

Secondo la tradizione, vi sono precisi momenti durante i quali sarebbe meglio evitare di porre in essere qualsiasi tipo di rituale.
I casi da tenere più in considerazione sono i vuoti di luna. Ogni mese, il satellite della Terra transita da una costellazione all’altra: il momento in cui non si trova né nella precedente né nella successiva è detto appunto “vuoto di luna”. Tale fase può durare  qualche minuto o un giorno interno, anche se in genere non si protrae per più qualche ora. Durante questo lasso di tempo è sconsigliato lanciare incantesimi, poiché essi potrebbero avere effetti indesiderati.
Un altro fattore a cui fare attenzione è Mercurio retrogrado. Poiché il suo periodo di rivoluzione è più breve di quello terrestre, in certi periodi il moto di questo pianeta appare procedere all’indietro.  A livello astrologico si dice che questo periodo, della durata di solito di tre-quattro settimane, che ha luogo due-quattro volte l’anno, avrebbe effetti negativi sui rapporti personali, sulle comunicazioni e sui viaggi; di conseguenza è consigliabile rinviare ogni tipo di incantesimo, specialmente se concerne gli affari o i nuovi inizi. Anche altri pianeti assumono un moto apparentemente retrogrado, ma in genere è Mercurio quello tenuto più in considerazione.
Infine, ci sarebbe la questione eclissi. Secondo molti, durante le eclissi è assolutamente da evitare qualsiasi pratica, mentre secondo altri sarebbero ideali per alcuni tipi di rituali, come il camuffamento, l’allontanamento e simili. Provare per credere, come si suol dire – seppure con tutta la cautela dovuta.