Pagan Community Tag: 77 domande – Parte 2 (16/40)

16. Come la pensi sul crescere bambini nell’Arte? Nello stesso modo in cui la penso per tutte le religioni: non andrebbe fatto. La mia famiglia è credente, ma non sono stata battezzata per poter essere libera di scegliere se farlo o meno quando sarei stata in grado di decidere da sola. Lo stesso andrebbe fatto sempre. Certo non è che si possa rendere ‘spiritualmente sterile’ un ambiente, soprattutto una casa in cui si vive, perché anche chi è credente deve essere libero di praticare.
17. Se fossi una Divinità, quale saresti? Probabilmente una Divinità della giustizia, della distruzione che precede la creazione. Penso a Kalì, per esempio.
18. Usi l’astrologia nelle tua pratiche? In che modi? La uso molto poco a dire la verità, in genere me ne servo come base per definire le corrispondenze, ma poco oltre.
19. È possibile praticare magia nera in modo etico? Certo che si. La magia nera non è solo fatture e maledizioni. È anche distruggere per poter creare, fare tabula rasa per poter costruire di nuovo. È anche difendersi, rispondere  a chi cerca di farci del male. In realtà la differenza tra magia bianca e nera è molto più confusa di quanto si è soliti credere
20. Ci sono streghe nella tua famiglia? Non streghe moderne, ma ci sono veggenti e segnatori.
21. Con cosa non puoi proprio stregoneggiare senza? Me stessa, dire.
22. Quali sono le tue festività preferite? Mi piacciono tutte.
23. Qual è il tuo periodo dell’anno preferito? Li amo tutti.
24. Hai mai avuto un [youtube burn out]?
25. Qual è il tuo negozio stregonesco preferito? I miei acquisti non li faccio in negozi specializzati.
26. Quando compri oggetti stregonici, tu scegli loro o loro scelgono te? Spero sia una cosa reciproca!
27. Come organizzi gli ingredienti? Ben divisi e catalogati.
28. Hai interessi in Divinità al di fuori della cerchia di quelle con cui lavori? In genere se mi interesso ad una Divinità è per lavorarci assieme.
29. C’è un momento del giorno in cui preferisci praticare? No.
30. Solitaria o coven? Solitaria.
31. Se dovessi definire le tue pratiche, che terminologia vi si adatterebbe? Stregoneria sciamanica moderna.
32. Qual è  stato l’incantesimo più creativo che tu abbia mai fatto? In cosa consisteva? Bella domanda, ma mi è difficile rispondere. Cerco sempre di non dare nell’occhio con le mie pratiche, e mi servo sempre di soluzioni creative.
33. Che strumento di divinazione preferisci? Perché? Dipende dalla situazione. Per letture per altre persone, i Tarocchi. Per comunicare con entità disincarnate, le Rune. Per cercare risposte o visioni mi servo di oracoli, oniromanzia, scrying. Inoltre mi piace sperimentare.
34. Come ti tieni radicata? Con lo Yoga e l’esercizio di allineamento della linea di Hara.
35. Ti è mai capitato che un incantesimo andasse terribilmente male? Che non funzionasse è capitato, ma terribilmente male direi di no.
36. Cosa ne pensi dei rituali di iniziazione? Come tutti i rituali, servono per predisporre la mente, e nient’altro.
37. Sei mai stata in pieno contatto con una Divinità? Com’è andata? Preferisco non rispondere.
38. Cosa in te non è affatto stregonesco? Tutto ciò che non mi fa stare bene con me stessa.
39. Come racconti ad una nuova conoscenza che sei una strega? In genere se c’è già un interesse in questo senso.
40. Quale strega del passato ti ha ispirato – più o meno famosa che fosse? Dipende da cosa si intende per strega. Sono tante le donne che si 'meritano' questo epiteto, e che mi hanno ispirato.

E voi? Quali sono le vostre risposte? Commentate qui sotto o linkatemi il vostro post di risposta!

Parte 1 (01/16)
Parte 3 (41/63)
Parte 4 (64/77)